Madison Beer ha rivelato la sua battaglia contro l’autolesionismo

Annunciando un bel risultato raggiunto

Non sai mai cosa sta passando un'altra persona: è il messaggio che Madison Beer ha mandato ai fan, rivelando di aver lottato contro l'autolesionismo e annunciando di esserne "pulita" da un anno esatto.

La cantante ha voluto fare tesoro della sua esperienza perché, seppur negativa, ora può essere trasformata in un sostegno positivo per chiunque stia passando la stessa cosa e per sensibilizzare sul tema della salute mentale.

La 21enne ha condiviso nelle Instagram Stories l'immagine di un calendario, che le ha ricordato l'anniversario: "Sono ufficialmente pulita dall'autolesionismo da un anno. Non avrei mai pensato di essere capace di dire questo e sono così fiera di me. È stata una battaglia in salita, quindi che voi siate a un giorno, una settimana, un anno: sono fiera di voi".

Ha continuato spiegando che anche nei momenti più bui: "Nessuno intorno a me si è reso davvero conto che avevo delle difficoltà. Non ho nascosto al mondo solo il mio autolesionismo, ma il mio dolore".

Madison Beer ha quindi incoraggiato a "non ignorare i segnali" che può mandare qualcuno: "Non sai mai cosa succede dietro una porta chiusa. Se avete problemi, per favore sappiate che migliorerà e che meritate amore. Credo in voi".

Domani, 28 agosto, uscirà il suo album di debutto "Life Support", che segue l'EP "As She Pleases". A NME ha raccontato come realizzarlo l'abbia aiutata: "Stavo attraversando un periodo molto duro. Mi avevano diagnosticato un disturbo della personalità, ero in un momento buio mentalmente e seguivo una terapia tre giorni a settimana. L'album mi ha tenuto viva, mi ha trovato una passione e qualcosa che mi facesse stare bene". 

ph: getty images