Luke Perry: fermate le riprese di “Riverdale” dopo la scomparsa dell’attore

"Era una figura paterna per i più giovani del cast"

"Riverdale" si ferma in memoria di Luke Perry, che purtroppo ci ha lasciati ieri, all'età di 52 anni. Era stato colpito da un ictus e si trovava in ospedale dallo scorso 27 febbraio.

Nella serie, l'attore era Fred Andrews, il padre di uno dei personaggi principali, ovvero Archie Andrews interpretato da KJ Apa.

Embed from Getty Images

La produzione ha deciso di stoppare le riprese per un giorno, così che tutto il cast e la crew possano fermarsi per ricordare Luke Perry e prendersi un momento di riflessione ed elaborazione.

"Siamo profondamente rattristati dalla notizia della scomparsa di Luke Perry - ha scritto la produzione di "Riverdale" in una nota - Era un amato membro della serie e tutto ciò che speravi che fosse: incredibilmente premuroso, un grande professionista con un cuore gigante, un vero amico per tutti".

"Una figura paterna e un mentore per la parte più giovane del cast. Luke era generoso e infondeva amore e gentilezza".

Embed from Getty Images

Attori giovani come Lili Reinhart, ad esempio, che nelle Instagram Stories ha spiegato di non riuscire a trovare le parole per quanto successo: "Sono devastata. Tutti noi lo siamo".

Luke Perry era diventato famoso grazie al ruolo di Dylan McKay in "Beverly Hills 902010", un personaggio e una serie che avevano influenzato intere generazioni.

ph: getty images