Lili Reinhart ha rivelato che si è sentita molto a disagio nella scena in intimo di “Riverdale”

Ma ecco perché ha capito che era importante girarla

Lili Reinhart si è aperta sulle insicurezze che ha provato girando una scena di Riverdale e allo stesso tempo del messaggio che ha voluto mandare attraverso quella scena.

Si tratta di un momento in cui si vede solo con gli indumenti intimi nell'ultima stagione e in un'intervista con il Los Angeles Times l'attrice ha spiegato: "Non ho un corpo con la vita stretta, le gambe sottili. Dovevo fare una scena in intimo e mi sono sentita molto insicura. Non volevo proprio proprio farla. Non l'ho detto a nessuno. Nessuno mi ha spinto a farla. L'ho fatta perché è il mio lavoro, ma mi sono sentita male per me stessa".

Ma poi un altro pensiero le ha attraversato la mente: "Non posso predicare body positivity se non la metto in pratica. Quindi anche se non mi sentivo fantastica a proposito del mio corpo, era importante per me fare comunque quella scena così che le persone potessero vedere il mio corpo così com'era. L'ho fatto per le persone che sentono il bisogno di apparire in un certo modo".

Lili Reinhart ha parlato anche di come vedere "bei corpi tonici" su Instagram abbia plasmato la prospettiva sull'immagine del corpo e ha sottolineato la necessità di normalizzare forme e taglie nei media.

"Qualcuno in spiaggia nel mondo reale è davvero così? Io non vedo nessuno. Instagram e le passerelle di Victoria's Secret non sono il ritratto di com'è la gente nella vita reale" ha aggiunto.

via GIPHY

ph: getty images