Lili Reinhart era preoccupata di essere “denigrata” dopo il coming out come bisessuale

Potessero accusarla di "fingere"

Lo scorso giugno Lili Reinhart ha rivelato di essere "un'orgogliosa donna bisessuale".

In una nuova intervista con la rivista Flaunt, l'attrice di Riverdale ha spiegato perché abbia deciso di tenere privata la sua identità sessuale per molto tempo.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Flaunt Magazine (@flauntmagazine) in data:

Sebbene sapesse benissimo "di essere stata attratta dalle donne sin dalla giovane età", Lili era preoccupata che alcune persone potessero accusarla di "fingere" la sua bisessualità per avere "attenzione". Soprattutto perché tutte le sue relazioni pubbliche sono state con uomini.

"Sentivo che dal momento che sono stata esclusivamente in relazioni etero-normative, sarebbe stato troppo facile per qualsiasi estraneo, in particolare i media, denigrarmi e accusarmi di fingere per attirare l'attenzione", ha detto alla rivista, aggiungendo: "e non era qualcosa con cui volevo confrontarmi.

Le persone più vicine a lei conoscono la sua sessualità da molto tempo, come spiega:

"Per i miei amici più cari e quelli presenti nella mia vita, la mia bisessualità non è mai stata un segreto."

Il coming out pubblico di Lili è avvenuto lo scorso giugno, quando su Instagram aveva detto ai suoi follower che si sarebbe unita a un protesta LGBTQ + per il Black Lives Matter. 

Sotto il poster della marcia condiviso via Instagram Story, la 23enne aveva scritto: “Anche se non l'ho mai annunciato pubblicamente prima, sono una orgogliosa donna bisessuale. E mi unirò a questa protesta oggi. Unitevi."

Ricordando la protesta, Lili ha detto alla rivista che è stato "incredibile" vedere così tante persone unire le forze contro l'ingiustizia, aggiungendo che spera che "un vero cambiamento" avvenga come risultato del movimento.

ph. getty images