Levante sulla (imminente) maternità: “La mia vita diventerà più piena”

La cantautrice spera però che sua figlia non le somigli

Levante sta per diventare mamma per la prima volta. La cantautrice 34enne in una nuova intervista ha rivelato che la data di nascita prevista della sua bambina è il “il 15 febbraio, e sarà Acquario, speriamo. Per fortuna non sarà Gemelli”.

Parlando con la scrittrice Giulia Caminito per il Corriere della Sera, Levante ha inoltre parlato di come si sente: “È un momento inaspettatamente bello, mi sento come una matrioska. Maternità è una parola che mi stranisce, perché mi sento sempre figlia. Non ho cercato di diventare madre e ho scoperto tardi di essere incinta, al terzo mese. Avevo paura fosse invalidante, invece ho saltato su e giù dal palco fino a quale mese fa”.

Levante ha quindi raccontato: “Non avevo necessità di essere madre, anzi mi sono sempre vista nel mio futuro come una donna anziana, sola e felice con i miei anelli, i libri, la musica. Poi il 15 luglio arriva la notizia, faccio il test ed è positivo e io sorrido, inizio questo viaggio. [...] Oggi mi dico: questa è la mia vita. Questa novità non cambierà la vecchia vita, la riempirà, diventerà più affollata, piena”.

levante-home-version-tikibombom-video

Come sarà la piccola? Levante si augura che non prenda da lei: “Sto pregando tutti i giorni perché lei non mi somigli e somigli al padre. Io sono nata prepotente e poi a nove anni, dopo la morte di mio padre, sono diventata una bambina addolorata. Quando mio padre muore, mi crolla addosso la famiglia, ognuno prende la sua strada, viviamo momenti molto bui e io divento la madre di mia madre. Sono cresciuta più introversa. Auguro a mia figlia di essere morbida, meno leader e più parte del gruppo”.

In passato Levante è stata sposata con Simone Cogo, DJ e polistrumentista dei The Bloody Beetroots, e in seguito ha avuto una relazione con il cantautore Diodato. Nel settembre dello scorso anno ha annunciato di essere incinta a seguito del legame con il suo nuovo compagno da due anni Pietro Palumbo, avvocato siciliano lontano dal mondo dello spettacolo.

Sul loro primo incontro Levante ha raccontato, in un'altra intervista con il Corriere della Sera: “È stato un grandissimo colpo di fortuna. Quella sera ero arrabbiatissima e un amico mi propose di uscire a mangiare. Poi ritrattò, si era scordato di una cena di compleanno. E lì mi sono trovata a tavola con questo Dio siciliano, di una bellezza non comune. Ma la sua bellezza è quasi trascurabile rispetto all’animo che ha”.

ph: getty images