Lady Gaga ha rivelato che lavoro avrebbe fatto “se non fossi quello che sono oggi”

Una passione che l'ha aiutata nel film "House of Gucci"

Oggi la conosci come una straordinaria cantante e attrice, ma la carriera di Lady Gaga avrebbe potuto prendere una strada molto diversa!

La star 35enne ha ricordato la sua esibizione dello scorso gennaio all'Inauguration Day di Joe Biden in un'intervista sulle pagine di British Vogue, tradotta e uscita anche su Vogue Italia.

Una decina di giorni prima della cerimonia d'insediamento del presidente Usa, si era verificato un assalto al Campidoglio (Capitol Hill) da parte dei sostenitori del presidente uscente Donald Trump e proprio a questo episodio si è ricollegata per rivelare quale lavoro sognava di fare: la giornalista!

"Non so se le persone sappiano questo di me ma, se non fossi chi sono oggi, sarei stata una giornalista investigativa, una reporter di guerra - ha raccontato - Quello era uno dei miei sogni. Quando ero al Campidoglio il giorno prima dell'inaugurazione, mi ricordo che camminavo in giro e cercavo prove della rivolta".

Lady Gaga all'Inauguration Day di Joe Biden - getty images

Lady Gaga ha anche spiegato che il suo approccio al ruolo di Patrizia Reggiani nel film House of Gucci è stato giornalistico e per questo non ha voluto incontrare la persona che interpreta sul grande schermo:

"Sai, ho sentito che potevo rendere giustizia a questa storia se mi ci fossi avvicinata con l'occhio di una donna curiosa, con l'interesse ad avere uno spirito giornalistico, così che potessi leggere tra le righe di ciò che succedeva nelle scene del film. Questo vuol dire che nessuno mi avrebbe dovuto dire chi era Patrizia Gucci. Nemmeno Patrizia Gucci".

Lady Gaga ha approfondito la sua esperienza in House of Gucci, raccontando come si è preparata, di aver sofferto "qualche difficoltà psicologica" alla fine delle riprese e quanto hanno contato le sue radici italiane: vai qui per saperne di più!

ph: getty images