Kim Kardashian e Kanye West si sono già assicurati i diritti sul nome dell’ultimo figlio

Così che possa diventare un marchio commerciale

Sono passati 15 giorni da quando Kim Kardashian e Kanye West sono diventati genitori per la quarta volta e, secondo TMZ, avrebbero già chiesto i diritti sul nome del bambino.

Come per gli altri tre figli - North, 5 anni, e Saint, 3 anni e Chicago di un anno - la star dei reality americani e il rapper hanno scelto di chiamarlo in un modo decisamente insolito: il nome del bimbo è Psalm, ovvero salmo, un componimento poetico raccolto nella Bibbia.

Il tabloid ha raccontato che la power couple ha chiesto i diritti perché Psalm possa diventare un marchio in varie categorie commerciali: dai passeggini agli smalti per le unghie, dai prodotti di bellezza alle extension per i capelli, fino a servizi di intrattenimento.

Intanto è stato reso noto il certificato di nascita del piccolo, che conferma che è venuto alla luce lo scorso 9 maggio alle ore 19:02.

Psalm è nato da madre surrogata come la terzogenita Chicago, ma non dalla stessa persona che aveva portato avanti la gravidanza della sorella perché pare non fosse disponibile.

Il nome Psalm rispecchierebbe la svolta religiosa di Kanye West, che da inizio anno ha lanciato il Sunday Service domenicale - una sorta di messa - e starebbe pensando di fondare il proprio culto.

I nomi più strani dei figli dei personaggi famosi:

ph: getty images