Katy Perry aveva schivato in modo epico le domande sul nome Daisy prima che la figlia nascesse

Con il senno di poi...

L'indizio sul fatto che la figlia di Katy Perry e Orlando Bloom si sarebbe chiamata Daisy era lì alla luce del sole ma la cantante è stata una maestra nel depistarci!

"Daises" è uno dei singoli del nuovo album della 35enne e ieri lei e l'attore hanno annunciato la nascita della loro bambina, rivelando che si chiama Daisy Dove.

Quando il brano era uscito lo scorso maggio, in tanti avevano ipotizzato che Daisy (ovvero margherita) sarebbe stato il nome della piccola. Qualcuno lo aveva anche chiesto direttamente a Katy Perry e ora, con il senno di poi, possiamo vedere come l'artista abbia svicolato in un modo epico!

Ad esempio in questa intervista radiofonica, in cui la conduttrice le diceva di amare l'idea del nome Daisy Perry Bloom perché ha un bel suono e perché Daisy significa appunto margherita e bloom significa sbocciare.

La star era riuscita a cambiare discorso, puntando sul fatto che la figlia non avrebbe potuto prendere il cognome Perry visto che era il cognome da nubile di sua mamma, scelto da lei come nome d'arte (il suo vero nome è Katheryn Elizabeth Hudson).

Vai al minuto 3:43 di questo video:

E ancora su ET Canada, le conduttrici le avevano chiesto se avesse pensato di chiamare la figlia Daisy come "Daisies" o Harley come un'altra sua canzone, "Harley’s in Hawaii".

Katy Perry aveva completamente ignorato la prima parte della domanda: "Non ho mai pensato a Harley, mai! Wow! Harley è un fantastico nome! Harley Bloom... Scusate me lo scrivo. Abbiamo una piccola lista e questa è una fantastica aggiunta. La mando a Orlando".

Guarda dal minuto 1:06:

Katy Perry sa come tenere un segreto!

Guarda la sua love story con Orlando Bloom dal primo appuntamento alla nascita della figlia:

ph: getty images