Kanye West: Kim Kardashian lo ha obbligato a sottoporsi alla “terapia dell’urlo”

Ma il rapper era intimorito dalla presenza dei domestici

Nel 2016, Kanye West era stato ricoverato per un crollo nervoso e adesso il rapper ha svelato che la moglie Kim Kardashian lo aveva poi sorpreso facendogli trovare a casa un life coach.

Lui si chiama Tony Robbins ed è famoso negli Stati Uniti per la scream therapy, ovvero la terapia dell'urlo. Secondo questo trattamento, il paziente deve alzarsi e mettersi in una posa da guerriero. E iniziare ad urlare a più non posso.

"Mi sono reso conto che ero troppo cosciente della presenza della tata e della governante e non volevo che mi sentissero gridare in salotto" ha spiegato Kanye West in un'intervista al New York Times.

"Penso che questo spieghi bene l'esistenza delle persone cosiddette benestanti, in realtà non stanno così bene visto che non si sentono a proprio agio a gridare nella loro stessa casa".

Pare che la terapia non abbia però dato i suoi frutti - "Non ho ritrovato ancora la fiducia in me stesso" - seppure il rapper ha ammesso che sia stato un buon inizio.

Se vuoi provare anche tu, non ti resta che iniziare a urlare a pieni polmoni... vicini di casa permettendo!

Kanye West ha da poco festeggiato 41 anni con un mega party dove tutto era ispirato a lui e alla sua musica: riguarda qui le immagini dalla festa.

ph: getty images