Kanye West contro Drake in una infinita serie di tweet

Di nuovo

Nella notte, si è scatenata una bufera di tweet firmati Kanye West.

Il rapper se l'è presa con Drake dopo che questi gli avrebbe chiesto una autorizzazione riguardante la canzone "Say What's Real" prodotta da Kanye nel 2009 e uscita nel mixtape del collega "So Far Gone".

In un centinaio di tweet mandati a raffica, il marito di Kim Kardashian ha preteso delle scuse per questa richiesta ma anche per aver menzionato un modello delle scarpe della marca che produce e per "cercare di portare via il cibo dalla bocca dei figli dei tuoi idoli".

E ancora: "Sto cercando di incontrarti da sei mesi. Hai fatto dissing su Trav e mandato messaggi a Kris parlando della famiglia" ha scritto Kanye riferendosi prima a Travis Scott, rapper e fidanzato di Kylie Jenner, e a Kris Jenner, sua suocera.

Poi è tornato sul caso del figlio di Drake, ribadendo di non essere stato lui a svelare la paternità a Pusha T, che poi l'aveva messa in una canzone facendo appunto scoprire che il rapper era diventato padre.

A un certo punto pare che Drake abbia preso il telefono e chiamato il collega: "Drake mi ha chiamato per minacciarmi" ha scritto Kanye.

Addirittura a un certo punto ha tirato in mezzo Michael Jackson: "Ho bisogno dell'amore e del rispetto che non abbiamo dato a Michael mentre sono vivo".

Non è la prima volta che Kanye West se la prende con Drake, lo scorso ottobre lo aveva incolpato di aver citato Kim Kardashian nella canzone "In My Feelings" e aveva coinvolto anche Rihanna.

La scorsa primavera era stato protagonista di diversi tweet controversi, come quelli in sostegno a Trump che gli sarebbero costati parecchi unfollow.

ph: getty images