Kanye West conferma la candidatura alla Casa Bianca, con il suo partito “di compleanno”

E si ispirerà a "Black Panther" e al Wakanda per la sua amministrazione

Kanye West ha confermato di candidarsi come presidente degli Stati Uniti alle elezioni 2020 in un'intervista su Forbes, dove ha spiegato meglio la sua visione politica dopo il tweet dell'annuncio di voler entrare alla Casa Bianca lanciato lo scorso 4 luglio.

Anche se i tempi sono stretti, correrà alle elezioni di novembre. Né con il partito Democratico né con quello Repubblicano, ma con un suo partito che ha chiamato "Birthday Party" (partito di compleanno).

"Perché quando vinciamo, è il compleanno di tutti" ha spiegato.

Ha già scelto un vicepresidente (anche se non ha detto il nome), sotto la guida dell'imprenditore della Tesla, Elon Musk, che ha già espresso pubblicamente il suo supporto al rapper. Voterà per la prima volta, visto che ha rivelato di non aver mai votato prima nella sua vita.

Kanye West si ispira al film "Black Panther" e al Wakanda - lo Stato di finzione che si vede nella pellicola - per modellare la sua amministrazione.

Ha ribadito che l'idea di candidarsi gli è venuta quando ha saputo di aver vinto il Video Vanguard Awards agli MTV Video Music Awards 2015 e ha dichiarato di non supportare più Donald Trump (nel 2018 aveva perso un bel po' di follower quando aveva espresso il suo sostegno al presidente Usa): "Mi tolgo il cappellino rosso con questa intervista" ha detto, riferendosi al cappellino "MAGA" della campagna di Trump.

via GIPHY

Ha quindi rivelato di aver avuto il covid-19 lo scorso febbraio: "Brividi, docce calde, guardare i video che mi dicevano cosa avrei dovuto fare per stare meglio. Mi ricordo che qualcuno mi disse che Drake aveva il coronavirus e la mia risposta è stata che Drake non poteva essere più malato di me".

Ha aggiunto di essere cauto su un vaccino: "È il marchio della bestia. Vogliono mettere dei chip dentro di noi". 

Infine Kanye West si è dichiarato contrario all'aborto: "Sono pro-life perché seguo la parola della Bibbia". E contrario alla pena di morte: "Non bisogna uccidere".

Sulle tasse ha spiegato di doversi ancora informare e che lo farà con un team di esperti.

Non ha ancora pensato neanche alla politica estera: "Sono focalizzato sul proteggere l'America per prima, con i nostri fantastici militari. Focalizziamoci prima su noi stessi".

ph: getty images