Johnny Depp confessa quanto era giù dopo il divorzio da Amber Heard e le sue parole ti faranno stringere il cuore

E dopo il caso del patrimonio dilapidato

Che gli ultimi due anni non fossero stati i migliori per Johnny Depp si era già intuito, ma sentirlo dire da lui in prima persona è un'altra cosa.

A inizio 2016, era finito il matrimonio con Amber Heard, con tanto di accusa di violenza domestica che l'attore e la sua famiglia avevano negato.

Nel frattempo, la star 55enne aveva dovuto affrontare la morte della madre.

Come se non bastasse, a un certo punto il suo patrimonio è sparito ed era stato costretto a denunciare chi la società che lo gestiva per mala amministrazione, mentre iniziava a vendere case e beni per saldare i debiti.

Adesso Johnny Depp ha confessato che tutte queste situazioni lo hanno buttato fortemente giù di morale, praticamente depresso: "Sono stato più in basso di quanto pensavo potessi arrivare - ha detto a Rolling Stone - Il prossimo passo era: 'andrai da qualche parte con gli occhi aperti e tornerai con gli occhi chiusi".

"Non potevo sopportare quel dolore ogni giorno".

Ha quindi spiegato di aver iniziato a tenere un diario: "Affondavo nella vodka alla mattina e iniziavo a scrivere fino a che le lacrime non riempivano i miei occhi e non riuscivo più a vedere le pagine".

"Ho cercato di capire cosa avevo fatto per meritarmi questo. Ho sempre cercato di essere gentile con tutti, aiutare, essere onesto. La verità è la cosa più importante per me. E tutto ciò succede ancora".

Parlando del caso patrimonio, ha menzionato il figlio Jack, che oggi ha 16 anni: "Mio figlio ha saputo dai compagni di scuola che suo padre aveva perso tutti i soldi, non è giusto".

Stay strong Johnny!

ph: getty images