Jacob Elordi ha risposto a chi dice che sembrava “miserabile” sul set di “The Kissing Booth 2”

Tutto era partito dalla sua espressione nel teaser trailer

Jacob Elordi non era "miserabile", ma la sua espressione poteva apparire così.

È, in sintesi, la spiegazione che l'attore ha dato parlando dei rumors sulla sua performance sul set di The Kissing Booth 2.

Se ti sei perso qualche passaggio, tutto era iniziato quando era uscito un teaser del film lo scorso ottobre e tantissimi fan avevano reagito dicendo che il 23enne sembrava "miserabile" nella clip. Jacob appariva per un brevissimo momento e in modo abbastanza serio, mentre tutto il resto del video aveva toni molto più entusiasti.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

👀💋✌️

Un post condiviso da Netflix US (@netflix) in data:

Questo aveva fatto partire le speculazioni sul fatto che non avrebbe voluto partecipare al film, cosa che ora Jacob Elordi ha smentito: "No, no. È che io ho un'espressione miserabile quando ho il viso rilassato - ha detto a Access - Sai perché? Perché penso un sacco, davvero un sacco su cose ridicole. Penso anche che il mio personaggio Noah sia un tipo lunatico. Non è un tipo che se ne va in giro super felice. Io non ero miserabile. Ero stanco ma non miserabile. Mi sono divertito".

Ha spiegato anche perché si sentiva stanco: "Sono arrivato direttamente lì dopo aver finito Euphoria. Sono salito su un aereo e volato in Africa (dove ha girato The Kissing Booth 2). È stato uno spostamento drammatico mentalmente. Ma c'era anche una bella calma nel tornare a fare qualcosa che so fare e ad avere tanti amici intorno. Ero solo così esausto perché arrivavo da otto mesi di riprese e poi ho volato così tante ore verso l'Africa. Non mi ero ancora davvero svegliato".

I fan avevano pensato che Jacob Elordi potesse non sentirsi a suo agio sul set di The Kissing Booth 2 perché doveva recitare al fianco della sua ex fidanzata e protagonista del film, Joey King. Ora invece si vocifera che stia con Zendaya, con la quale lavora in Euphoria. 

C'è anche il fatto che aveva detto di non voler più interpretare uno studente delle superiori: "Niente contro ma l'ho già fatto e sarebbe molto difficile per me trovare gioia in quello. Sto crescendo e sto iniziando a sembrare più grande, quindi tornare alle superiori sarebbe faticoso" aveva spiegato a GQ Australia.

ph: getty images