Emma Watson: ecco il suo discorso per la festa della donna

Emma sa sempre cosa dire; non solo l'8 marzo.
Per Emma Watson l'8 marzo non è di certo un semplice giorno sul calendario.  Nelle vesti di Ambasciatrice ONU per l'uguaglianza di genere, si impegna costantemente nel riconoscimento di pari diritti per le donne attraverso il movimento #HeForShe.Proprio in occasione della festa della donna è stata protagonista dell'evento Facebook live dove è stata intervistata dal presentatore radio e tv Greg James; i fan hanno avuto la possibilità di rivolgerle domande utilizzando direttamente il social network. Emma ha confermato di essere una donna intelligente e acuta grazie ad un discorso commuovente e concreto, in grado di descrivere perfettamente la situazione attuale e i cambiamenti necessari per il futuro.
"Non ti sbarazzerai di me fino a quando non vedrò lo stesso numero di Primi Ministri donne, Presidenti e CEO e più uomini che se la sentono di dire come si sentono e più padri presenti nella vita dei loro figli."
Emma ridefinisce il concetto di girl power ampliando e approfondendo il discorso:
"Gli uomini non devono salvare le donne. He For She [...] è per l'uguaglianza di entrambi i generi. Possiamo unire le forze e sostenerci gli uni con gli altri, indipendentemente dal genere in cui ci identifichiamo".
E infine rivolge un appello agli uomini:
"Il fatto di esprimere emozioni non dovrebbe essere prerogativa di un unico genere. Infatti è parte della nostra natura. Sono turbata dal fatto che gli uomini non possano piangere. Non ha senso; come ti senti e come ti esprimi è ciò che ti rende umano."
Non potremmo essere più d'accordo: l'impegno di Emma Watson ci sorprende ed emoziona. Chapeau! PH: getty images