Dua Lipa ha spiegato perché è un suo dovere supportare la comunità LGBTQ+ come alleata

Love is love

Dua Lipa vuole continuare a usare la sua voce e la sua notorietà per sensibilizzare sui diritti LGBTQ+.

La cantante ha spiegato sulle pagine di Attitude Magazine perché sente che è un suo "dovere" sostenere la lotta arcobaleno, come alleata.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

It’s @dualipa’s world, and we’re all just living in it 🔥 After a year that has seen her ascend to the top of the pop totem pole and cement her place in the hearts of gay fans everywhere, the 25-year-old superstar gets personal about challenging misogyny in the music industry and helping in the fight for LGBTQ freedom as she leads the Attitude December issue. Hit the link in our bio to download now. Order the print edition (+ FREE 2021 calendar!). Editor-in-Chief: @cliffjoannou Interview: @tomstichbury Photography: @jonasbresnan Creative Direction: @josephkocharian Art Direction: @garycs Styling: @lorenzoposocco Hair: @annacofone Makeup: @nikki_makeup Nails: @nailsbymh Dua wears bodysuit and trousers both by @davidkomalondon, belt, necklace, and bracelet by @lauralombardi, pendant necklace by @mounserstudio, ring by @hotlips.by.solange, and earcuff by @tomwood_project #dualipa #futurenostalgia #levitating #studio2054

Un post condiviso da Attitude Magazine (@attitudemag) in data:

"Ho un gigantesco gruppo di amici e membri del mio team che fanno parte della comunità LGBTQ+, che mi hanno ispirato così tanto e mi hanno insegnato così tanto. Sono tutti dei modelli nella mia vita" ha raccontato.

"È totalmente un diritto poter amare chi vuoi, non solo perché ho amici nella comunità LGBTQ+, ma perché siamo tutti umani e ce lo meritiamo. È qualcosa a cui mi sento molto connessa e per cui continuerò a lottare".

Lo fa già e continuerà a farlo attraverso le sue piattaforme, come Instagram su cui conta quasi 55 milioni di follower: "Diffondere consapevolezza, dimostrare supporto, parlarne, far sentire le persone ascoltate e sicure, comunicare con gli enti benefici e cercare di fare la mia parte più che posso... Lo vedo come un mio dovere".

Nella stessa intervista, Dua Lipa ha raccontato la sua esperienza con il sessismo nell'industria musicale: vai qui per leggere questa parte.

ph: getty images