Cory Monteith: la madre parla della morte dell’attore in una commovente intervista

Heartbroken

"Il mio mondo si è fermato lì. Sono una persona diversa da come ero prima".

Per Ann McGregor, la sua vita è spezzata in due: prima della morte del figlio Cory Monteith e dopo la tragedia.

Sono passati cinque anni da quando la star di Glee è scomparsa per un'overdose nel 2013 e oggi la mamma dell'attore ha confessato a People come stia: "ancora cercando di raccogliere i pezzi".

Embed from Getty Images

"Andavamo ovunque insieme - ha spiegato la mamma di Cory - avevamo un ristorante preferito dove condividevamo fish and chips. Anche a tre anni, lui voleva andare in cassa a pagare il conto. Parlava con tutti".

Ann ha poi ammesso che Cory Monteith faceva ancora uso di sostanze stupefacenti nel dicembre 2012, nonostante fosse stato già alcune volte in rehab: "Non era pronto per il mondo di Hollywood, le droghe erano il suo modo di uscirne". 

Tra maggio e luglio, si era sottoposto a un intervento per sistemare i denti: "Aveva un sacco di medicine in corpo - ha spiegato la signora McGregor - non abbastanza droghe per ucciderlo, ma per qualche ragione è successo comunque a causa della sua intolleranza, che si era acuita".

Ann adesso è impegnata nel dare un senso a ciò che è successo e a far sì che non accada più a nessuno: "Cory credeva nella prevenzione" ha detto, spiegando di lavorare per un'associazione no profit che tiene lontani i più piccoli dai pericoli della strada attraverso l'arte.

Embed from Getty Images

I nostri pensieri vanno a Cory Monteith e ai suoi cari.

ph: getty images