Chi è Harvey Weinstein e cos’è successo nello scandalo che ha travolto Hollywood

Il riassunto della vicenda

Negli ultimi giorni, il nome di Harvey Weinstein è spuntato nei trends sui social, nei titoli di giornale e nei servizi al tg. Il produttore è al centro di uno scandalo di molestie sessuali di cui stanno parlando anche tante famosissime star, come ad esempio Gwyneth Paltrow, Jennifer Lawrence e George Clooney. Se ti sei perso qualche passaggio, ecco un riassunto di questa storia.

In un audio pubblicato dal New Yorker, in un'inchiesta firmata da Rowan Farrow, si sentirebbe la voce di Harvey Weinstein che si rivolge alla modella italiana Ambra Battilana Gutierrez, chiedendole di sedersi mentre lui si fa una doccia. L'episodio risale al 2015, quando Ambra aveva 22 anni. La modella ha spiegato alla polizia di New York che "il produttore le era balzato addosso, stringendole parti del corpo e cercando di alzarle la gonna".

Da qui e grazie anche a un'inchiesta del New York Times, molte altre donne - alcune oggi celebri attrici - hanno raccontato di essere state molestate dal 65enne, negli anni passati.

Embed from Getty Images

Una di queste è Ashley Judd, anche lei vittima dello stesso episodio della doccia. Gyneth Paltrow ha raccontato che, quando aveva 22 anni, era stata molestata da Weinstein, idem per Angelina Jolie che ha detto di aver avuto una brutta esperienza a fine anni '90 con l'uomo in una stanza d'hotel e da allora di non aver più voluto lavorare con lui.

Oltre alla modella Ambra Battilana Gutierrez, c'è un'altra italiana coinvolta: si tratta dell'attrice Asia Argento, che al New Yorker ha detto di essere stata violentata da Harvey Weinstein circa 20 anni fa, ma di non averne mai parlato prima per paura di ritorsioni.

Embed from Getty Images

Tra le altre accuse, l'uomo avrebbe obbligato molte attrici a indossare gli abiti del brand Marchesa, firmati dalla moglie Georgina Chapman. Dopo l'uscita dello scandalo, la donna ha chiesto il divorzio e ha detto "il mio cuore è spezzato per tutte quelle donne che hanno sofferto".

Subito dopo l'uscita dell'inchiesta del New Yorker, Harvey Weinstein si era scusato "per aver causato molto dolore", aggiungendo di essere in terapia per "affrontare questi problemi" e citando Jay-Z in 4:44 quando dice "non sono l'uomo che pensavo di essere".

Embed from Getty Images

Nel frattempo è stato licenziato dalla stessa società che aveva fondato, la Weinstein Company. Anche parte del consiglio di amministrazione ha dato le dimissioni.

La condanna dal mondo di Hollywood, e non solo, è unanime, Charlize Theron, Jennifer Lawrence, Ben Affleck, Barack Obama e tanti altri stanno prendendo le distanze da Harvey Weinstein, condannando il suo comportamento.

ph: getty images