Charlie Carver ha fatto coming out: “Sono gay”

Bellissime parole

Charlie Carver ha appena dichiarato di essere gay sul suo profilo Instagram.

L'attore di Teen Wolf ha pubblicato cinque post in cui racconta quanto sia stato difficile ammettere a se stesso di essere omosessuale e di come sia riuscito a fare coming out in famiglia: 

"Da piccolo sentivo che ero diverso da alcuni degli altri ragazzi della mia classe. Mi sono guardato dentro, spesso è stato doloroso, un percorso segnato da sentimenti di disperazione e di alienazione, un percorso terminato quando guardandomi allo specchio dissi tre parole ad alta voce: “Io sono gay”. L’ho detto a me stesso in un primo momento, per vedere come si sentivo. Avevo solo 12 anni. Mi ci vollero un paio di anni prima che potessi ripetere quelle 3 parole a chiunque altro, nel frattempo ripetevo la frase più e più volte da solo, fino a quando mi sono sentito a mio agio e abbastanza sicuro nel dirlo alla mia famiglia. Quando ho parlato con la mia famiglia è stato davvero bellissimo, una conversazione preziosa, i miei sono persone molto aperte, hanno accolto subito bene la notizia, sono davvero fortunato ad essere nato in una famiglia che ha celebrato la mia sessualità senza vergogna, ma non per tutti è così."

Charlie Carver gay

Charlie ha deciso di fare coming out pubblicamente perché spera che serva a far capire che non c'è niente di male nell'essere un attore gay.

"Nella mia vita privata tutti sapevano della mia omosessualità, ma non sentivo il bisogno di dirlo al pubblico, ma le cose cambiano. Sempre più persone, in particolare i giovani, si sforzano di creare un mondo sicuro per tutti. Stiamo esplorando le possibilità del Social Media, sperimentiamo nuovi modi di connettersi e risvegliare le menti delle persone. Voglio fare la mia parte per un mondo dove sia più semplice per tutti sentirsi felici e sicuri di chi si è. Ma cosa posso fare? Come posso partecipare? L’onestà è probabilmente un grande passo nella giusta direzione, per questo mi sono dichiarato. Quindi ora lasciate che lo dica: io sono gay! Questo importa davvero? "

 

 

 

 

 

 

 

 

Pt 5: But what can I do? How can I participate? Honesty is probably a great step in the right direction. I now believe that by omitting this part of myself from the record, I am complicit in perpetuating the suffering, fear, and shame cast upon so many in the world. In my silence, I’ve helped decide for to you too that to be gay is to be, as a young man (or young woman, young anyone), inappropriate for a professional career in the Arts (WHAAA???) So now, let the record show this- I self-identify as gay. And does that really matter anymore? As a young man, I needed a young man in Hollywood to say that- and without being a dick about it, I owe it to myself, more than anything, to be who I needed when I was younger. Happy 2016, and all my best to you and yours in the year ahead. And let the record show my twin brother is just as cool for being straight. Much Love, C

Una foto pubblicata da Charlie Carver (@charliecarver) in data:

 

 

 

 

 

 

Siamo fieri di te Charlie!

mariah applaude

Ph: Getty Images