Chadwick Boseman aveva donato parte del suo compenso a Sienna Miller perché venisse pagata il giusto

Avevano recitato insieme in "City of Crime"

Sienna Miller ha raccontato un episodio che riguarda Chadwick Boseman e che dimostra ancora una volta che cuore generoso avesse l'attore. E nel modo più bello, cioè quello in cui la generosità non viene sfoggiata.

La star di Black Panther purtroppo ci ha lasciati lo scorso 28 agosto a soli 43 anni dopo aver lottato contro un cancro al colon. Nessuno in precedenza era al corrente della sua malattia.

Sienna e Chadwick avevano recitato insieme nel film del 2019 City of Crime (titolo originale 21 Bridges) e l'attrice ha condiviso ora in un'intervista con Empire un momento molto significativo.

Embed from Getty Images

"Non sapevo se raccontare o meno questa storia. Non l'ho fatto finora. Ma la sto per raccontare perché penso che sia un testamento di chi era" ha iniziato la 38enne.

"C'era un budget piuttosto grande per il film e, so che tutti sanno della disparità di pagamenti a Hollywood, ma io ho chiesto una certa cifra che lo studio non mi dava. Siccome ero molto indecisa sul tornare al lavoro, visto che mia figlia stava iniziando la scuola ed era un momento scomodo, ho detto che avrei fatto il film se fossi stata pagata nel giusto modo".

"Chadwick ha finito per donare parte del suo salario a me, per arrivare alla cifra che avevo chiesto. Ha detto che era ciò che meritavo di essere pagata" ha rivelato Sienna Miller.

Embed from Getty Images

 "È stata la cosa più sorprendente che mi sia mai successa. Questo tipo di cose di solito non succedono. Mi ha detto: 'Verrai pagata ciò che meriti, ciò che vali'. È inimmaginabile un altro uomo in quella città che si comporti in modo così rispettoso e così con grazia".

Sienna Miller ha aggiunto di aver ammirato che "non c'era sfoggio" nell'altruismo di Chadwick Boseman. Solo un pensiero semplice: "Mi diceva: 'Ti darò quella cifra, perché è quello che dovresti essere pagata'".

ph: getty images