Britney Spears ha chiesto scusa ai fan per aver “finto di stare bene”

Spiegando che Instagram l'ha aiutata a sfogarsi e a sentire che conta

Dopo che le sue dichiarazioni davanti al giudice nel caso sulla tutela personale e amministrativa hanno fatto il giro del mondo, Britney Spears ha voluto mandare un messaggio ai fan per scusarsi per aver preteso che andasse tutto bene e per spiegare che fingere l'ha aiutata a stare davvero meglio.

In un post Instagram, ha iniziato riferendosi al fatto che sul social spesso si mostra una vita diversa da quella che è in realtà: "Voglio dirvi un piccolo segreto ragazzi. Credo che noi tutti come persone vogliamo una vita da favola e nel modo in cui ho postato... la mia vita sembra abbastanza fantastica. Penso che sia ciò per cui ci sforziamo tutti!".

"Questo era uno dei migliori tratti di mia mamma - ha continuato, parlando della madre Lynne - Non importa quanto fosse una brutta giornata quando ero più giovane, per il bene mio e dei miei fratelli faceva sempre finta che andasse tutto bene. Sto portando questo all'attenzione della gente perché non voglio che pensi che la mia vita è perfetta, perché sicuramente non lo è per niente. E se leggete qualcosa su di me nelle news, ovviamente sapete che non lo è". 

Britney Spears - getty images

Nella foto postata si legge una citazione di Albert Einstein che dice: "Se vuoi che i tuoi figli siano intelligenti, leggi loro le fiabe. Se li vuoi più intelligenti, leggi loro più fiabe".

La star 39enne l'ha commentata così nella didascalia: "Ho deciso di postare questa citazione oggi perché se stai attraversando l'inferno... Sento che Instagram mi ha aiutata ad avere uno sfogo per condividere la mia presenza, esistenza e semplicemente per sentire che conto nonostante ciò che stavo attraversando e ha funzionato. Quindi ho deciso di iniziare a leggere più favole".

Britney Spears sta chiedendo in tribunale di mettere fine alla tutela personale e amministrativa su di lei, che è nelle mani del padre Jamie Spears dal 2008.

Nell'ultima udienza del caso, ha dato la sua versione dei fatti descrivendo pesanti limitazioni alla sua libertà: non potersi prendere una pausa dal lavoro, non potersi sposare o avere altri bambini (è mamma di Sean e Jayden, 15 anni) perché chi gestisce la tutela non lo permette.

Ha raccontato di essere stata sottoposta a molte valutazioni psichiatriche e a medicine e di essere stata mandata dal padre Jamie in un centro riabilitativo contro la sua volontà.

Sono molte le star che in questo momento stanno dando il loro appoggio alla cantante e al movimento #FreeBritney, come Halsey e Mariah Carey.

ph: getty images