Bella Hadid racconta le sue origini: “Mio padre era un rifugiato”

Non ha paura di dire ciò che pensa

Bella Hadid è una delle top model più famose del momento e ha voluto usare la risonanza del suo status, per veicolare un messaggio per lei molto importante, contro le politiche di Trump che vorrebbero limitare la possibilità di viaggiare da alcuni paesi islamici negli Stati Uniti.

"Mio padre era un rifugiato", ha raccontato Bella a Harper's BAZAAR Arabia nell'intervista che accompagna la copertina nell'ultimo numero della rivista.

"È arrivato in America dalla Palestina quando era un bambino".





 

 

❤️The gateway to the higher consciousness..... #ThirdEye #IntuitionAndForsight @harpersbazaararabia

Un post condiviso da YOLANDA (@yolanda.hadid) in data:

 

 

"Fortunatamente, è riuscito a venire in America, ma fu molto duro e ora è probabilmente 100 volte più difficile", ha continuato. 

"Mi rende triste che il potere prenda il sopravvento su molte persone, che non sono in grado di creare una nuova vita per i loro figli e le loro famiglie. Per me è folle che una persona ti dica se puoi avere una vita migliore oppure no."

Bella ha raccontato che ha imparato l'etica del lavoro proprio dal padre. Mohamed Hadid, che ha dovuto lavorare tantissimo per creare la sua famiglia:

 "Ha iniziato senza avere un soldo in tasca".

Ha appreso una simile lezione anche da sua madre, Yolanda Hadid, che è immigrata dall'Olanda in America "da sola quando aveva 16 anni e con soli 20 dollari in tasca".

"Entrambi mi hanno insegnato il valore di ogni dollaro", ha aggiunto Bella.





 

 

My mood. Missing this child of mine. Baby bells 🔔 @bellahadid #hadidgirls #hadidfamily

Un post condiviso da Mohamedhadid (@mohamedhadid) in data:

 

 

I tre fratelli Hadid hanno sfilato per la prima volta insieme alla London Fashion Week per il Tommy Now Rock Circus. Chi meglio di Bella e Anwar potevano indossare i capi co-disegnati da Gigi e Tommy Hilfiger?

PH: getty images