Ariana Grande: la star spiega come il tour è diventato “più che uno show” dopo l’attacco di Manchester

Ecco perché non lo ha cancellato

Ariana Grande è diventata un'icona di resilienza organizzando in poco tempo la serata di beneficenza One Love Manchester, dopo l'attentato avvenuto a maggio 2017 alla fine del suo show nella città e che ha ucciso 22 persone.

 

 

La cantante - è nominata in due categorie agli MTV EMA 2017: votala qui! - ha poi continuato il "Dangerous Woman Tour", cosa che non tutti si aspettavano facesse.

Ari aveva già parlato del terribile giorno dell'attacco e già spiegato la scelta di tenere un concerto benefico, ma adesso, per la prima volta, a The Coveteur ha raccontato che interrompere il tour "non è mai stata un'opzione".

"One Love Manchester": tutte le foto

mgid-arc-content-mtv

 

"Non penso di aver mai passato niente di così traumatico come quello che è successo, quindi poteva essere difficile tornare in tour - ha detto Ariana Grande - ma abbandonare e tornare a casa non è mai stata un'opzione perché il messaggio dello show era troppo importante".

"Per tutto lo staff e per tutte le persone coinvolte, è diventato molto più di uno spettacolo. Siamo grati di essere qui e grati al tour".

ph: getty images