5 motivi per cui le pornostar odiano “Cinquanta Sfumature Di Grigio”

Le regine dei film a luci rosse Nadia Styles, Mercedes Carrera, Nina Elle e Darren Miller spiegano cosa non va bene nel film campione di incassi
"Cinquanta Sfumature Di Grigio" è un successo mondiale, campione di incassi nei box office di mezzo mondo. Ma non per questo il film è esente da critiche, piovute addosso da tutte le parti. Vuoi per la recitazione un po' troppo legnosa di Jamie Dornan, vuoi perchè le scene di sesso tendono ad essere più divertenti che sensuali, e così via. Proprio parlando di sesso, le regine del porno Nadia Styles, Mercedes Carrera, Nina Elle e Darren Miller (interpellate da Funny Or Die) hanno voluto dire la loro sul film, descrivendo cosa davvero non le convince. Chi meglio di una star a luci rosse può dare un parere in materia di film piccanti? Le pornostar odiano Ecco quindi i 5 motivi per cui le pornostar odiano "Cinquanta Sfumature Di Grigio"!

Misogino e noioso

Il film mostra il solito clichè "maschio dominante" e "donna sottomessa". Che noia!

Vero vs. falso

Perchè spendere i soldi del biglietto per vedere finte scene di sesso quando basta cercare su internet il nome di una delle pornostar e vederle fare SESSO PER DAVVERO e GRATIS?

Manca qualcosa...

Le scene e i dialoghi sono scritti in maniera superficiale, un vero e proprio insulto al cinema porno

Sexy? Non scherziamo!

Semplicemente non è un film sexy. Come si può pensare di andare a vedere qualcosa di anche lontanamente sensuale nello stesso cinema dove viene proiettato "Spongebob - Fuori Dall'Acqua"?

Indie è meglio

L'invito finale delle pornostar: piuttosto che andare a vedere "Cinquanta Sfumature Di Grigio",  supportate il cinema indipendente. Andate a vedere "Boyhood"!

Boyhood