13 Reasons Why: Justin Prentice racconta come ha superato i pensieri suicidi

Chiedi aiuto

Conosciamo Justin Prentice per interpretare Bryce in"13 Reasons Why". Se nella serie veste i panni di un personaggio egoista e prevaricatore, nella vita di tutti i giorni l'attore è un vero cuoricino.

In una recente intervista a Variety, Justin ha rivelato di aver sperimentato pensieri suicidi quando era piccolo, ma a differenza di Hannah Baker, ha raccontato a sua madre come si sentiva e come poi abbiano lavorato insieme per risolvere la situazione:

"Quando ero bambino, ero un perfezionista e avevo un sacco di compulsioni diverse. Per questo motivo avevo alti livelli di ansia e stress, quindi ho sperimento pensieri suicidi".

Ma poi è riuscito a superarli: "Li ho affrontati con mia madre, sono stato molto fortunato ad avere un rapporto forte con i miei genitori. E lei è stata determinante nell'aiutarmi a superare questa fase, il che è stato fantastico".

getty images

Ha poi spiegato come gli attori di "13" sia aiutino ad elaborare le scene più difficili sul set:

"A volte è difficile entrare e uscire da alcune scene. A volte, le scene molto buie restano con te per un po. Ma con il cast e ci aiutiamo a decomprimere, e prendiamo un attimo di respiro per un secondo, e tutti hanno le spalle coperte, il che è bello".

 

Un post condiviso da 13 Reasons Why (@13reasonswhy) in data:

Come avrei notato, la stagione numero 2 di "13 Reasons Why" è stata diversa dalla prima, ma nel modo più responsabile possibile. Gli attori del cast attraverso alcune clip avvertono il pubblico di ciò che stanno per vedere e come chiedere aiuto se ci si trovasse nella situazione mostrata durante l'episodio.

Perché chiedere aiuto è l'unico modo per superare un momento buio.

Ph: getty images