Dragon Ball Xenoverse 2 (Recensione, PS4, Xbox One, PC)

What's my destiny Dragon Ball? Un altro viaggio nel tempo, a quanto pare.

Ci sono di quei seguiti coraggiosi, che si prendono bei rischi stravolgendo quanto visto nei capitoli precedenti per offrire davvero qualcosa di nuovo. Ecco, Dragon Ball Xenoverse 2 non è tra questi. Meglio ancora, in tante cose, Dragon Ball Xenoverse 2 sembra più che altro una versione ampliata e parzialmente corretta del primo Xenoverse, uscito un anno e mezzo fa. Lì avevi un picchiaduro con una forte componente GdR in cui creare un tuo eroe e farlo diventare un pattugliatore temporale per porre rimedio - con l'argomento di discussione tipico del mondo di Dragon Ball: le legnate sul muso - alle malefatte di due tipi che stavano pasticciando con il corso della storia? Qui, beh, è lo stesso.

Dai vita al tuo eroe, scegliendo tra le cinque razze disponibili - Terrestri, Namecciani, Saiyan, Majin e Clan di Freezer - e pescando un look e una capigliatura particolarmente aggressivi, e poi ti sposti nel gigantesco hub del gioco, Conton City, per raggiungere le varie aree di interesse e i personaggi che ti permettono di accedere alle missioni. Un primo problema è che Conton City è davvero enorme. Il fatto che sia sette volte più grande della Toki Toki City del gioco precedente viene elencato tra i pregi di Dragon Ball Xenoverse 2 da Bandai Namco e dal team Dimps, ma per quanto sia figo un ambiente unico da MMO frequentato da un massimo di 300 giocatori online con cui poter scambiare anche due chiacchiere - mediante un semplice sistema di frasi pre-cotte - a spostarsi ci si mette una vita. Fortuna che puoi usare sia una tavola fluttuante alla Marty McFly, sia il volo... dopo averlo sbloccato. "Ohé, giovane, a Conton City si vola solo se hai un permesso!", ti sta gridando un vecchietto sullo sfondo, sottratto per un attimo alla contemplazione dei lavori stradali.

Dragon Ball Xenoverse 2

Le missioni non si sottraggono purtroppo alla monotonia di fondo del primo Xenoverse, per varie ragioni. La prima è che le battaglie seguono lo schema consolidatissimo di anni e anni di picchiaduro di Dragon Ball: zuffe in cui ci si muove in un campo di battaglia tridimensionale, volando addosso all'avversario per riempirlo di affettuose attenzioni sotto forma di pugni e calci, tempestandolo di attacchi dalla distanza, inondandolo di super-colpi. Le combo sono semplici e il tutto si traduce nella consueta gragnuola di colpi inanellati con un paio di tasti. La grafica è molto fluida e schizza a 60 frame al secondo, anche se le arene - e qui veniamo al secondo fattore monotonia - non solo sono graficamente molto semplici, ma sono anche poche.

Dragon Ball Xenoverse 2 Nail

Gli aspetti positivi? Innanzitutto una maggiore flessibilità nell'evoluzione del tuo eroe. Non si stabilirà alcun primato nel campo dei GdR, ok, ma il tuo personaggio in Dragon Ball Xenoverse 2 effettivamente si sviluppa in base allo stile che scegli, e anche il vestiario e gli accessori influenzano le statistiche. E cosa puoi fare con il tuo eroe con una cresta viola come neanche un giocatore del Milan, a parte affrontare le missioni ripetitive della trama? Beh, giocare quelle Parallele, che sono a squadre. Con un team di personaggi scelti dal roster - pescando il Piccolo, il Vegeta o il Nappa della situazione - oppure online, con altri giocatori in carne e ADSL.

Dragon Ball Xenoverse 2 Missioni Esperto

Ci sono inoltre degli altri luoghi al di fuori di Conton City, come il Villaggio Namecciano e la nave di Freezer, dove potrai apprendere abilità speciali da vari maestri, e le Missioni Esperto. Queste ultime sono probabilmente una delle note più riuscite di Dragon Ball Xenoverse 2, soprattutto quando si tratta degli scontri con i nemici giganti. In esse, inoltre, il numero massimo di giocatori online per battaglia sale da tre a sei.

Voto: 7/10
Se Xenoverse aveva cambiato le carte in tavola, presentando una premessa e un plot diversi dal solito, con Xenoverse 2 i ragazzi del team Dimps si sono preoccupati più che altro di perfezionare quella formula. La monotonia delle missioni resta un problema, non arginato dai consueti combattimenti martella-tasti. Ma se sei un fan degli eroi di Akira Toriyama e ti è piaciuto il gioco precedente, con Dragon Ball Xenoverse 2 ne avrai per parecchio.
Dragon Ball Xenoverse 2 è disponibile per PS4 (versione provata), Xbox One e PC. E ora un piccolo quiz per vedere quanto ne sai sul mondo di Dragon Ball...