Hunger Games reboot? Jennifer Lawrence e il cast ci scherzano, ma non troppo

E intanto al cinema arriva "Il Canto della Rivolta - Parte 2"

Il 19 novembre è arrivato: da oggi al cinema puoi finalmente vedere Jennifer Lawrence, Liam Hemsworth, Josh Hutcherson e il resto del cast di "Hunger Games: Il Canto della Rivolta - Parte 2" nell'ultimo capitolo della saga.

Abbiamo incontrato per l'occasione i protagonisti del film per fargli alcune domande e per sapere cosa si prova adesso che è tutto finito.

Emozioni contrastanti per Peeta, ovvero Josh Hutcherson: "E assurdo pensare che non farò più questo film. E' bello che l'ultimo sia finalmente uscito. Siamo molto orgogliosi e soddisfatti, ma in ogni caso è strano".

Ormai lo sappiamo, un franchise non muore mai, soprattutto dopo un successo così grande. In giro si parla già di un reboot e quindi la domanda sorge spontanea: chi potrebbe essere la nuova Katniss? Julianne Moore, che nei panni di Alma Coin ha guidato il Distretto 13, non sembra evere dubbi: "Penso che (Jennifer Lawrence, ndr) sia unica e iconica, per cui non penso che ci sia nessuno che possa sostituirla".

Stanley Tucci, da bravo commentatore come quando interpreta Caesar Flickerman nel film, la butta sull'ironia: "Aggiungo il mio nome alla lista, se qualcuno vuole che io sia la prossima Katniss, lo farò!".

L'accompagnatrice di tributi Effie Trinket, o meglio Elizabeth Banks, invece è della stessa idea di Juliane Moore: "Oh mio Dio, non ne ho idea. Probabilmente deve ancora nascere (una sostituta, ndr)!".

E cosa ne pensa la vera Katniss? Chi potrebbe indossare i suoi panni? Jennifer Lawrence ha le idee chiare in proposito: "Oh mio Dio, non lo so. Ma se mai la troveranno, dovrò ucciderla!".