La solitudine dei Numeri Uno: quando l’uomo è solo con la natura [Video]

Grandi sportivi in un mondo sconfinato.

Ogni tanto è necessario, c’è poco da fare: serve trovarsi soli con se stessi, nessun altro intorno. Per capire che siamo piccoli in confronto al mondo, e per comprendere che invece la natura è sconfinata e noi siamo solamente suoi ospiti. Chi pratica sport outdoor è abituato a questa sensazione, e sa che può essere bella, oltre che utile. Perché ritrovarsi nel bel mezzo del nulla aiuta a trovare pace e tranquillità e a dare un senso a tutto il resto.

Una strada deserta, un panorama incontaminato, le montagne che sembrano quasi aspettarti. E al centro di questa scena idilliaca il fortunato atleta DC Iikka Backstrom con una tavola da skate.

Dicevamo che siamo davvero piccoli di fronte alla natura. Lo scatto del fotografo Quiksilver Ben Thouard rende bene il concetto.

Ma quanto è bello quando ti ritrovi, come la surfer Roxy Stephanie Gilmore, in mare aperto e circondato solamente da uno sconfinato blu.

O su un pendio con neve mai calpestata prima, e davanti agli occhi uno spettacolo come quello a cui si trovato ad assistere lo snowboarder DC Travis Rice.

Insomma, è proprio bella la sensazione di sentirsi unici. Non trovi anche tu?