Selfie estremi: gli autoscatti che solo gli atleti di action sport possono permettersi

Solo invidia per loro!

La selfiemania non accenna a volersi arrestare, e continua sul Web la pioggia di autoscatti: di fronte alla specchio, con le celebrità del momento, mentre si è semplicemente annoiati. Insomma, una serie di foto che rispondono a requisiti omologati, e che a lungo andare non possono che annoiare. Ma qui siamo decisamente a un altro livello. Perché quando pratichi sport estremi, puoi anche permetterti dei selfie estremi. E noi abbiamo raccolto i migliori.

Difficile catalogare uno come Jesse Cassrells. L’atleta Spy fa surf, wake, skydiving. O semplicemente ama godersi il panorama dalle alture della Nuova Zelanda...

... e lanciarsi da un aereo in volo a svariate migliaia di metri di altezza.

Anche la climber Spy Sierra Blaire Coyle non è una che ama stare con i piedi per terra. E ovviamente non poteva non farsi un selfie appesa a una parete fin troppo liscia.

Sicuramente hai dei selfie fatti al mare o al lago, mentre prendi il sole e ti guardi i piedi. Ma dì la verità: ti sei mai scattato una foto mentre il tuo corpo si trovava parallelo all’acqua sottostante? Il waker Spy Jimmy Lariche sì.

E anche una foto sulla seggiovia non tiene testa a quello di Eero Niemela, scattato mentre si trovava immerso in mezzo alla powder.