Alla scoperta degli spot più remoti per il backcountry con la snowboarder Robyn Van Gyn [Foto e video]

I segreti del backcrounty raccontati da Robyn Van Gyn.

Lo snowboard backcountry ha un fascino innegabile: è guadagnare la vetta a piedi, con le proprie forze, e poi scendere nella pura powder, dove nessuno è mai passato prima. È pura libertà, senso di scoperta e meraviglia. Se anche tu non sei del tutto insensibile al fascino di questa disciplina, e hai voglia di conoscerla meglio, la persona migliore a cui puoi affidarti è la snowboarder Roxy Robyn Van Gyn, la Regina del backcountry.

C’è solo da imparare da Robyn. Il backcountry ti porta a trovarti solo con la natura, in mezzo al nulla. E non va quindi preso alla leggera, ma richiede un approccio prudente e metodico, per far sì che non si corrano rischi.

Robyn ha affrontato le vette più impervie, esplorato luoghi remoti, snowboardato su pendii difficilissimi. In queste condizioni il minimo errore può essere fatale, e lei lo sa bene. L’esperienza e il buon senso le permettono di non farsi cogliere impreparata: ha sempre con sé l’attrezzatura per sopravvivere anche negli spot più sperduti, dove la natura regna sovrana.

Per fare backcountry servono coraggio e cervello. Robyn ha entrambi, ed è per questo che è la migliore.