Qualche domanda alle straordinarie surfer scandinave

La passione non teme il gelo!

Troppo facile fare surf al caldo: prova a farlo dove spesso e volentieri nel mare galleggiano blocchi di ghiaccio e la muta diventa la tua migliore amica. Sembra una cosa folle, ma la passione – almeno in parte – lo è sempre. E per Roxy, brand di boardsport in rosa – la passione è tutto: ecco perché l’incontro con le surfer norvegesi Ingrid Jakobsen e Ragnhild Pedersen Indresand.

21062017085002img_1532

E se credi si limitino a surfare quando le temperature sono più miti, Ingrid è pronta a smentirti: «In inverno le onde sono più grandi, ma togliersi la muta bagnata in auto, a 10 gradi sotto zero, è comunque una bella sfida. In compenso l’aurora boreale rende l’esperienza grandiosa. In estate le onde sono più piccole, ma è comunque divertente!»

Non sono pazze, sono solo innamorate dell’oceano, spiega Ragnhild: «Ho a cuore l’oceano e la sua salute. Ogni volta che sono in spiaggia raccolgo tutte le bottiglie di plastica e le porto via con me. L’oceano ci dà tanto, e dobbiamo cercare di sdebitarci.»

Anche per Ingrid l’oceano è importante: «Mi ispira ogni giorno, e mi porta ad avere un profondo rispetto per l’ambiente: pulire le spiagge, usare la macchina il meno possibile. Le piccole cose possono fare una grande differenza!»

Per surfare in acque che, quando va bene, hanno una temperatura di 15 gradi centigradi servono coraggio e davvero tanta, tanta passione: Ingrid e Raghnild hanno entrambi!

Leggi l’intervista completa a questo link!