Musica e skateboarding: dai Misfits ai Wu-Tang, un’unione che dura da decenni

Skateboarding e musica? Sulle stesse strade da tanto, tantissimo tempo. Leggi la storia del matrimonio fra musica e boardsport!
Cosa c’entra la musica con lo skate? Praticamente tutto. Gli action sports vogliono la loro colonna sonora, il che è ben evidente nel video This Is DC. Ma non è semplicemente questione di suoni nelle orecchie: per capire il legame culturale fra i due mondi, bisogna ripercorrere brevemente qualche decennio di storia. Fin dalla nascita, lo skateboarding ha sempre avuto nella musica una compagna di viaggio irrinunciabile, un elemento in grado di evidenziarne i caratteri distintivi e di farne emergere al meglio l’unicità. Non c’è un solo genere musicale particolarmente rappresentativo, ma una molteplicità di generi ha sempre conquistato gli skater di tutto il mondo, basti pensare alla varietà di tappeti sonori che solitamente accompagnano i videoclip. Certo ci sono generi privilegiati, come lo skate punk, sottogenere nato agli inizi degli anni Ottanta che prende il nome proprio dalla vasta diffusione nel mondo dello skateboarding. Gruppi come The Adolescents, Suicidal Tendencies o NOFX sono da sempre nelle playlist di svariate generazioni di skater. Ma dalla new wave all’hip hop passando per il reggae, la maggior parte delle sottoculture musicali ha saputo fornire energia a migliaia di rider. Scegliere uno specifico genere musicale da abbinare allo skateboarding è impossibile o comunque riduttivo. In fondo lo skate è passione, proprio come la musica. Non ci sono limiti, non ci sono etichette. Si tratta di una questione di gusti, di stile, di attitudine. La musica non fa altro che fornirti ispirazione, energia, grinta. Per questo deve essere semplicemente quella che più ti piace, e che reputi migliore per accompagnarti mentre skatei. Non a caso le collezioni DC Remix Series celebrano gli artisti e le band più differenti. Come i Misfits ad esempio, leggendaria band fondata da Glenn Danzig che ha inaugurato il cosiddetto filone horror punk. La collezione DC primavera-estate 2014 conferma il legame fra boardsport e musica con una linea dedicata ai 30 anni di storia della formazione nota (non solo) e della loro celebre mascotte Crimson Ghost. Dal punk al rap, anche i Wu-Tang Clan trovano spazio nella collezione DC: il 2014, infatti, non è solo il ventesimo anno di attività del brand di action sport, ma è anche l’anno in cui ricorre il ventesimo compleanno di Enter the Wu-Tang (36 Chambers), magistrale disco di esordio di RZA e soci, che con il loro immaginario shaolin hanno scritto una delle pagine più importanti della storia della musica. E i loro pezzi hanno accompagnato una miriade di video di boardsport. Insieme alla collezione celebrativa, DC presenta anche un cortometraggio, Streets & Boards & Bees & Swords, per raccontare la storia della super crew in rapporto all’industria dello skateboarding. La musica continua. E lo skateboarding anche. Guarda il video Streets & Boards & Bees & Swords per i 20 anni di DC e Wu-Tang Clan
[youtube id="QQ1GdcREs_0" width="620" height="360"]