Michael February: la storia di un surfer che lascerà il segno

Un grande!

«Più di qualunque altra cosa, voglio lasciare il segno.»

Il surfer Quiksilver Michael February ha le idee chiare sul suo futuro, e i suoi obiettivi sono perfettamente delineati di fronte ai suoi occhi. E all’età di appena venticinque anni, si può dire che sia già a un buon punto in quello che è il suo percorso verso l’olimpo del surf.

Mikey ha uno stile unico e inimitabile, e nessun altro surfer è come lui. Ha l’abilità di far sembrare ogni movimento una forma d’arte, e sembra provenire direttamente da un’epoca lontana in cui le persone non si riferivano al surf come a uno sport vero e proprio.

E quest’anno ha attirato parecchio l’attenzione imponendosi come il primo surfer africano non bianco.

Classe 1993, Mikey viene da Durban, Sudafrica, e ha un approccio unico alla vita come al surf. In un mondo in cui tutti sembrano interessati ai risultati delle competizioni, lui è concentrato nel chiudere linee pulite e creative e a esprimere il suo stile in acqua come sulla terraferma.

Grandissimo!