Il Brasile è un paradiso del kitesurfing [Foto]

Spiagge bianche, acque cristalline: il kitesurfer italiano Stefano Martinelli sa come godersi al meglio il Brasile. Scoprilo anche tu!
Cioè, non è che sia solamente un paradiso del kitesurfing: alcune aree del Brasile sono paradisi naturali a tutto tondo, ideali anche per chi ama il kite, oltre a tante altre attività sportive o semplicemente rilassarsi su spiagge da sogno. Ma per il rider Protest Italy Stefano Martinelli, sicuramente il Brasile rappresenta uno spot meraviglioso per allenarsi con il kite. Hai mai provato a fare kitesurfing? Be’, dovresti. A prescindere che lo si pratichi in Brasile o meno, è una disciplina davvero spettacolare. Si tratta di uno sport acquatico diffusosi a partire dalla fine degli anni Novanta come variante del surf. Ci si fa trainare da un aquilone (kite in inglese) manovrato attraverso una barra di controllo, con il vento che fa da propulsore. Ovviamente, ai piedi si ha una tavola che permette di planare sull’acqua ed esibirsi in svariati trick.
 
Diffuso in tutto il mondo, gode di buona popolarità anche in Italia. E se c’è un nome che rappresenta alla grande questo sport nel Bel Paese, è quello di Stefano Martinelli. Classe 1990, il kitesurfer supportato da Protest pratica kite da una decina di anni, e ha già ottenuto una serie di risultati importanti. Come il titolo di vice campione italiano nel 2013.
 
Ama alla follia il freestyle, e quando fa troppo freddo per stare in acqua si dedica allo snowboarding. In queste foto, l’atleta Protest Italy è impegnato ad allenarsi in uno scenario da sogno, nel cuore del Brasile. E forse sarà l’aria che si respira da quelle parti a renderlo così forte.