Finn Bilous: dalla Nuova Zelanda, un freeskier di talento

Giovane e potentissimo!

In molti scelgono lo sci, ma a volte succede anche che sia lo sci a scegliere le persone. Pensando all’atleta neozelandese Finn Bilous, sembra proprio sia stato lo sci a scegliere lui: nato e cresciuto a sud della Nuova Zelanda, in una zona montuosa, è immediatamente entrato in contatto con la neve, lo sci, l’alta quota.

Suo padre, infatti, fa la guida di eliski ed è istruttore per la sicurezza. Ma non solo: la madre è da sempre appassionata di sci, e il fratello maggiore è un talentuoso atleta. Cosa che, fra le altre, ha probabilmente fatto scattare un po’ di sana competitività fraterna, e ha spinto Finn a dedicarsi anima e corpo a quella che nel tempo è diventata la sua grande passione: il freeski.

Nessuno quindi, nella famiglia Bilous, deve essere rimasto sorpreso quando il giovane skier Quiksilver ha dichiarato di voler diventare un professionista. Così come nessuno si sarà stupito quando nel 2016, all’età di sedici anni, Finn ha vinto due medaglie d’oro ai giochi olimpici giovanili.

Il ragazzo ha talento, c’è poco da fare. Ed è stato chiaro a tutti sin da quando era bambino e prendeva i primi contatti con gli sport invernali.

Oggi ha diciotto anni, e quando non è sugli sci puoi trovare Finn impegnato a surfare, a girare in mountain bike, a correre una maratona o qualsiasi altra attività praticabile outdoor e in grado di accelerare il battito cardiaco e rilasciare adrenalina in corpo.