Con Micky Clarke il surf si fa punk (Video)

Lo stile di Micky è come un pezzo punk anni '80!

Lo stile di un surfer può essere veloce o lento. Spericolato o prudente. Aggressivo o morbido.  Istintivo o calcolato. Può essere tutto. Tranne una cosa: il surf non può essere noioso.

Rendiamo tutto più chiaro con una metafora. Il surf è come la musica: vale tutto, basta che dia delle emozioni. E a questo punto un’uscita sulla tavola può essere armoniosa come una sinfonia classica, selvaggia come un pezzo rock, felice come una hit dance. O può anche essere rumorosa. Sì, perché è proprio questo l’aggettivo più adatto a definire il rider Quiksilver Micky Clarke. Continuando con la metafora musicale, Micky è paragonabile a un qualche oscuro pezzo punk rock anni Ottanta: l’impatto è forte, violento, ma immediatamente si percepisce che dietro ogni movimento (o nota) c’è una grande passione.

Veloce, potente, spericolato, proprio come un pezzo punk.

Ma per raggiungere il risultato Marc ci mette attitudine, tecnica, studio della materia. È solo così che il frastuono si trasforma in musica e il rumore diventa melodia.

E quindi alza il volume quando Marc è su una tavola da surf!