Bryan Iguchi: storia di uno snowboarder leggendario

Un grande video, una grande storia!

In oltre venticinque anni di carriera, lo snowboarder Union Binding Bryan Iguchi ha saputo costruirsi una reputazione solida, o forse sarebbe meglio dire leggendaria. Conosciuto anche semplicemente come Guch, è attivo dai primissimi anni Novanta, e sin da subito ha ottenuto importanti riconoscimenti nei Mondiali di Half Pipe e agli X Games. Insomma, si era capito subito che Bryan era un fuoriclasse, e rivivere oggi quei tempi ormai lontani fa scendere una lacrimuccia.

Le riprese d’epoca, ormai caratterizzate da colori sbiaditi – vintage per usare un termine più in voga – ci mostrano un giovanissimo Iguchi appena ventenne e stilosissimo, con dei bellissimi footage che lo mostrano in azione in powder.

E nonostante sia passato tanto tempo, abbia tolto l’anello al naso, perso un bel po’ di capelli, fatto crescere una bella barba sale e pepe e oggi sia impegnato a tramandare al figlio l’arte dello snowboarding, si percepisce come il Bryan Iguchi di allora sia ancora qua, con la stessa passione e la stessa voglia di lasciare il segno.

Ed è emozionante sentire la sua storia dalla sua voce. È la storia di un ragazzino cresciuto nel sud della California, con l’amore per i board sport. È la storia di un ragazzino che è riuscito a realizzare i propri sogni e a trasformare una grande passione in un lavoro, riuscendo a raggiungere le vette più alte e a diventare un punto di riferimento per le successive generazioni di snowboarder.

È la storia di Bryan Iguchi.