Bronte Macaulay, una vita nel segno del surf

L'atleta Quiksilver vive per il surf!

Ci sono alcune cose che sono possibili solo se cresci in Australia Occidentale.

Ad esempio puoi iniziare a fare surf sin da tenera età. Magari a soli nove anni, l’età a cui di fatto ha iniziato la giovane surfer Roxy Bronte Macaulay, cresciuta nell’area di Margaret River, apprezzatissima dai surfer di tutto il Paese e non solo.

E magari, come successo a Bronte, puoi contare su una figura di riferimento come il padre Dave, un professionista dell’onda che ha raggiunto l’apice della carriera nel corso degli anni Ottanta e Novanta.

Con delle condizioni simili come background, era praticamente inevitabile che Bronte avviasse una carriera nel mondo del surf. E infatti il destino ha fatto il suo corso, e oggi quella che un tempo era solo una bambina che si allenava con il padre sulle onde australiane è un’atleta Roxy, e condivide le gioie del surf con colleghe considerate al top della scena internazionale.

«Essere in mezzo all’oceano e provare quella sensazione unica che puoi provare solo quando sei sull’onda, e ti senti parte di lei.»

Classe 1994, Bronte ha le idee molto chiare su quello che il surf rappresenta per lei. E ha anche chiaro quale modello seguire.

«A ispirarmi è Steph Gilmore. Credo che il suo stile sia semplicemente meraviglioso da guardare, e la sua grazia è davvero unico. Ha davvero tanta classe in acqua e anche fuori!»